Teknosurf.it
gratis

Novità
Chi Siamo
Il Network
Policy
Privacy
Glossario
Advertising
Pay Per Click
Banner Advertising
E-mail Advertising
SMS Advertising
Affiliate Marketing
Posizionamento
SEO Copywriting
Posta Elettronica Certificata
Registraz. domini
Hosting
Web agency
E-mail anti-spam
E-mail antivirus
Telecomunicazioni
Consulting
199-441225
Info
Rivenditori
Press room
Partnership
Dicono di noi
Lavora con noi
Inserzionisti
Rivenditori
Assistenza
Google
Web teknosurf.it

 
Nomi di dominio: attenzione allo slamming

Dal 2001 ad oggi, molti titolari di nomi di dominio si sono visti recapitare via posta ordinaria una comunicazione scritta in inglese e inviata da una società estera con la richiesta di pagamento per il rinnovo dei domini .com, .net, .org, ecc. Questa società si identifica come "Domain Registry of Europe" o "Domain Registry of America" o "Domain Registry of Australia" o "Registro Italiano di Internet". Gli indirizzi sono americani o canadesi, mentre i numeri di telefono di questa società spesso non sono direttamente raggiungibili dall'Italia.

Questa comunicazione viene spedita alla grande maggioranza dei proprietari di domini in tutto il mondo ed è solo una lettera pubblicitaria inviata utilizzando i dati pubblici WHOIS dei nomi a dominio, che indicano i dati dei proprietari dei domini e la data di scadenza dei contratti.

L'obiettivo di questa società è quello di far rinnovare il dominio in scadenza, trasferendolo di conseguenza ad un altro Registrar il cui nome non è neppure indicato nella lettera. La società in questione risulta essere solamente un rivenditore di questo Registrar.

L'aspetto della lettera è molto simile ad una fattura e potrebbe facilmente trarre in inganno. Il fatto più grave è che, accettando di pagare, l'ignaro utente trasferisce, senza saperlo, la gestione del proprio dominio automaticamente al DROA, abbandonando la precedente società presso la quale il dominio in scadenza era stato registrato, rischiando anche di perdere gli annessi servizi.

Esempio di lettera del DROA

Questa pratica commerciale è chiamata in gergo slamming (altro modo di definire lo SPAM, utilizzato in modo particolare per definire il tentativo di un fornitore di collegamenti telefonici di attivare la preselezione "Carrier Pre-Selection" senza che l'abbonato abbia dato il suo consenso), è ovviamente molto contestata e sono già in corso numerose azioni giudiziarie.

I nostri clienti hanno segnalato ancora recentemente l'arrivo di queste lettere, perciò attenzione ai truffatori!

 

 

  Copyright © Teknosurf.it Srl, 1997-2015 - P.IVA 01264890052 - Privacy Policy
Siti del network: gratis.it - uffa.it - worldxs.net - soloblog.it - notizie.net